Digitale terrestre 2 nel nostro futuro

Mentre si è completato il passaggio a livello nazionale al digitale terrestre si è deciso quello che sarà il prossimo standard per le trasmissioni televisive: il Digitale Terrestre 2.
Detto in maniera molto semplice si tratta di un ulteriore passaggio nell’uso digitale delle frequenze che tramite un migliore utilizzo della banda disponibile permetterà un aumento dei canali trasmessi a parità di multiplex, un aumento della qualità e la possibilità di nuovi livelli di alta definizione. (DVB T2, vedi wikipedia)

digitale terrestre 2
Non è ancora chiaro quando verrà introdotta operativamente in Italia, anche se al momento sappiamo che dal 1 luglio 2015 non si venderanno più televisori che non rispettano il nuovo standard.
Probabilmente per un periodo abbastanza lungo sarà possibile usare gli apparecchi che abbiamo comprato in epoca recente per adattarci alle trasmissioni del digitale terrestre 1 anche se questi non permetteranno di vedere le eventuali nuovi trasmissioni. E’ anche vero che al momento nessun operatore ha annunciati piani chiari nel passaggio al nuovo standard. E’ ipotizzabile che RAI utilizzerà alcuni canali almeno in forma sperimentale e probabilmente gli operatori delle piattaforme satellitari saranno i primi a sfruttare le nuove caratteristiche offrendo canali specializzati.
Più in generale direi che c’è una sempre più forte spinta a rendere obsoleto qualunque elettrodomestico, in modo che sia necessario cambiarlo ogni pochi anni, anche se nel caso in esame la reale motivazione è legata all’esigenza di lasciare libere frequenze per l’uso del mondo degli smartphone, dei tablet e dei vari dispositivi mobili.

2 comments

  • angelo

    ho da poco comprato un televisore nuovo, così è già divetato vecchio.grazie 1000.

    • Mikis

      E’ il destino di tutta l’elettronica di consumo. La compri e dopo 6 mesi rischia di essere già vecchia. Però il televisore che hai comprato scommetto lo potrai usare per molti anni a venire senza particolari problemi.

Lascia il tuo commento